Indumenti, icone di stile, stili e tessuti,  T

Tartan

Tartan: stampa a quadri scozzese

Quello che per noi è il biglietto da visita oppure lo stemma familiare, per gli scozzesi è il tartan che risale alle tradizioni medievali. Ogni clan, ogni famiglia ne possiede uno e, nonostante l’apparenza inganni, ognuno è leggermente, ma assolutamente differente dall’altro. Dopo il secondo conflitto mondiale, gonne e kilt diventano molto popolari. Negli anni ’80, alcuni stilisti propongono pantaloni in tartan e alcune collezioni invernali successive danno risalto alla caratteristica e tradizionale struttura tartan.

Un must nelle sfilate parigine del 2018

Il tessuto tartan sembra aver trovato una declinazione trasversale durante le giornate parigine dedicate alla moda del 2018 che grazie a Louis Vuitton, Dior, Céline, Valentino, Kenzo e Saint Laurent, hanno visto sfilare novità per tutti i gusti.

La fantasia scozzese non rappresenta solamente l’elemento di spicco delle passerelle di alta moda. Anche altri marchi, più alla portata di chi non vuole rinunciare ad “aggiornare” il proprio guardaroba pur avendo un budget limitato, hanno scelto di puntare sul tartan, proponendo capi decisamente glam.

Stampa a quadri:

Chi apprezza i modelli skinny troverà sicuramente piacevoli i pantaloni a quadri, da abbinare ad una classicissima camicia bianca o, in periodi dell’anno caratterizzati da temperature più basse, a pullover morbidi.

Un aspetto interessante è il fatto che la stampa a quadri ha la possibilità di apparire, a seconda dei casi, seria o sbarazzina.

Se Burberry ha percorso la prima strada, a privilegiare la seconda sono stati Jenny Packman, con le sue maxi skirt, e Preen by Thornton Bregazzi.

Sarà possibile osservare il tartan su abiti sottoveste realizzati in raso, ma anche sulle camicie in flanella, tanto di moda negli anni ’90 e riproposte più volte nel corso degli anni. Anche gli amanti del coat country style, e le persone in cerca di piumini urban, troveranno facilmente l’oggetto dei propri desideri.

Il capo evergreen per eccellenza, il cappotto, viene posto in risalto dal tartan, così come gli accessori, in modo particolare le sciarpe.

Queste ultime sono perfette per mettere in evidenza un look anni 70, soprattutto se accostate ad una mini in jeans (perfette quelle dotate di bottoni) e un maglioncino a costine con scollo a V.

Un cappotto a quadri potrà essere indossato in versione casual su una semplice t-shirt, completando il look con dei jeans, un paio di mocassini e un cappello.

I tailleur sono tornati di moda, non solo negli uffici o in altri ambienti lavorativi. Un tailleur tartan, magari smorzato grazie alla scelta di toni neutri, una immancabile camicia bianca e degli accessori neri rappresentano un outfit che saremo destinati a vedere spesso nei prossimi mesi.

Leggi anche:

Kimono

Twin Set

Tartan: un must nelle sfilate parigine