Rébé

Marchio che, insieme alla maison Lesage, firma per oltre mezzo secolo i ricami e i pizzi più famosi dell’alta moda francese. Prende il nome dalle doppie iniziali di René Begué che, per le sue eccezionali doti di creatore, era chiamato da Worth “l’artista”. Gran parte dei lavori firmati Rébé è esposta al Musée des Arts Décoratifs di Parigi, donati dall’autore. Davvero lungo l’elenco delle case di moda che hanno collaborato con Begué: aveva 17 anni quando entrò come disegnatore da Paquin, a Londra; subito dopo venne assunto dal ricamatore Vitet, dove si costruì rapidamente una vasta notorietà. Doucet, Poiret, Doeuillet, Schiaparelli prima, poi Balenciaga, Fath, Christian Dior chiesero la sua alleanza. Il suo nome è legato alle sfilate più fastose, alle maison più celebri e alle clienti più prestigiose: basta citare l’abito da sposa dell’imperatrice Farah Diba. Non si conosce la data di nascita di René Begué, ma la leggenda vuole che sia morto ultracentenario: nel 1980.