roger vivier
Brand e Fashion designer,  V

Vivier, Roger

Vivier, Roger era un designer di calzature nato nel 1907 e deceduto nel 1998 in Francia. La sua creazione più famosa è il tacco a spillo realizzato nel 1954 e che in seguito ha preso il nome di “stiletto”. Ava Gardner, Gloria Guinness, i Beatles sono stati tra i clienti di Vivier. Designer di talento e maestro d’impeccabile eleganza, disegna le scarpe che la regina Elisabetta II indossa il giorno della sua incoronazione nel 1953.

Roger Vivier
Articolo di giornale raffigurante le scarpe della Regina Elisabetta II indossate il giorno dell’incoronazione nel 1953

Lo stile di Roger Vivier

Famoso per le sue scarpe scultura, i suoi modelli sono immortalati dalla storia del cinema, ai piedi di dive e icone di stile, come Catherine Deneuve in Belle de Jour. “Il segreto”, dichiarava, “è scoprire le forme antiche e reinterpretarle alla luce del nostro tempo, con gli accorgimenti dettati da un passo più frenetico, da un uso meno formale di modelli preziosi, un tempo riservati solo alle rare occasioni di cerimonia.” Una definizione semplicistica forse, ma in grado di descrivere bene la sua cifra stilistica.

Tradizione artigianale e ricerca sul contemporaneo sono i due elementi su cui si fondano la sapienza stilistica e l’estro creativo di questo stilista. Scultore della scarpa, indomito inventore, fantasioso sperimentatore, nella sua lunga carriera ha scritto un capitolo importante nella storia della calzatura e della moda. Virgola, Cancan, Pulcinella, Guignol sono alcuni dei nomi dati alle sue creazioni. Queste, sono ospitate oggi al Victoria & Albert Museum di Londra, al Metropolitan di New York, al Museo Galleria delle Arti e della Moda di Parigi.

roger vivier
Roger Vivier

L’esordio nel settore calzaturiero

Nato a Parigi, studia a l’École des Beaux Arts. Lì, scopre il mondo della calzatura casualmente, quasi per gioco, esortato da alcuni amici a disegnare una linea di scarpe eccentrica e stravagante. Proprio da questa collezione ha inizio la lunga carriera che lo porta a collaborare con le più importanti aziende calzaturiere europee e d’oltreoceano. Grazie a queste collaborazioni, durante la guerra si sposta negli Stati Uniti. È li che rimane per aprire con la modista Suzanne Remi il negozio di modisteria di Madison Avenue. Il negozio diventerà un punto d’incontro per tutti coloro che seguono la moda e desiderano uno stile al passo con i tempi.

Roger Vivier x Christian Dior

Il sodalizio con Christian Dior

Nel 1947, rientra a Parigi, dove incontra Christian Dior. All’apice della sua carriera, il designer gli affida disegno e creazione delle calzature. Dal “su misura” Roger Vivier passa così al prêt-à-porter, diventando uno dei creatori di calzature più imitati del tempo. Il sodalizio con la maison Dior dura dieci anni. Nel 1957, il designer si mette in proprio continuando a produrre calzature uniche e originali, simbolo assoluto di moda, indossate dalle donne più importanti e più eleganti del secolo scorso.

Le scarpe Roger Vivier oggi

Con la sua morte, il marchio rimane silente fino ai primi anni del Duemila. Successivamente, la firma Roger Vivier viene acquisita dal gruppo Della Valle che ne pianifica il rilancio. La prima boutique monomarca, quella di Parigi, apre i battenti nel 2004 e nel giro di pochi anni seguono anche Londra, Milano e New York. La griffe si concentra sul segmento più lussuoso delle calzature lanciando, tra l’altro, una collezione Haute Couture dalla realizzazione interamente artigianale. Le scarpe firmate Vivier si contraddistinguono per un design femminile, delicato e finemente rifinito da dettagli preziosi e particolari.

Leggi anche

Le Pilgrim Roger Vivier compiono sessant’anni

Dior by Roger Vivier, il libro celebrativo