Calvert

Studia in Italia all’Accademia Italiana della Moda di Firenze e muove i primi passi nel mondo della couture a Parigi, lavorando nella maison di Balenciaga. Nel 1994, torna negli Stati Uniti, disegna una collezione per Diane von Furstenberg e, nel ’96, una per Brooks Brothers. Nel ’97 dà vita al marchio William Calvert. Dopo le sfilate autunno-inverno ’99 di New York, il settimanale Time lo ha definito come uno degli stilisti più promettenti del 2000. La sua filosofia è: "Non disegno abiti per essere appesi".