Annakiki
A,  Brand e Fashion designer

ANNAKIKI

ANNAKIKI è un brand di abbigliamento fondato nel 2012 dalla stilista cinese Anna Yang, pseudonimo di Yang Zi. 

Annakiki. Brand che sostiene il multiculturalismo e unisce la tradizione a una visione futurista. Oggi ha studi e uffici stampa tra Milano, Los Angeles e Shenzhen.

GLI ESORDI 

Anna Yang è una designer indipendente, nata in una famiglia di sarti. Grazie all’ambiente stimolante in cui è cresciuta, dimostra il suo amore per il fashion design sin da quando era bambina e inizia a disegnare le prima gonne all’età di 8 anni. 

Il primo successo arriva nel 2014, con le crossover Collection in collaborazione con Disney “Believe in Love” e “Lips”, lanciate su Amazon.com.

Anna Yang viene invitata nel 2014 e nel 2015 alle settimane della moda di Londra e Parigi a presentare le sue collezioni. Inoltre, ANNAKIKI viene classificato come marchio raccomandato dalla London Fashion Week. 

Nel 2017 entra ufficialmente a far parte della Milano Fashion Week. I suoi capi sono venduti presso retailer di fama mondiale e presso negozi di lusso in Cina, Italia, Gran Bretagna, Francia. 

Ha attirato l’attenzione di oltre 1.000 celebrità di tutto il mondo tra cui Lady Gaga, Beyoncé, Gigi Hadid, Cardi B, Little mix, Avril e altre personalità di fama internazionale. 

Annakiki
La stilista cinese Anna Yang

IL PROGETTO SPERIMENTALE FASHION FLAIR 

Annakiki vanta il primato di prima stilista al mondo ad utilizzare l’intelligenza artificiale per un progetto di moda sperimentale. 

Questo progetto nasce dalla combinazione tra tecnologia e estro creativo umano, con lo scopo di raggiungere obiettivi ambiziosi e fuori dagli schemi. Nello specifico, Fashion Flair è un’applicazione di moda creata da sviluppatori italiani e monitorata dall’intelligenza artificiale di Huawei P30 e Huawei P30 PRO. 

Questa app è in grado di creare una proposta di outfit a seconda degli input e filtri impostati dal designer. Una volta elaborate queste informazioni, serviranno ad agevolare il lavoro dello stilista nella realizzazione e disegno dei capi. 

Il 9 maggio 2019 esce a Milano la capsule collection ANNAKIKI for Huawei. La prima al  mondo creata con il supporto dell’intelligenza artificiale. La collezione è stata ideata dalla direttrice creativa Anna Yang e dall’intelligenza artificiale di Huawei P30 Pro.  In uno scenario futuristico che ci porta nello spazio, colori vividi e luci e ombre mutevoli si intersecano. Questa collezione comprende circa 20 capi dai colori amber sunrise, breathing crystal, aurora e black, che richiamano le nuance delle cover dei modelli P30 di Huawei.

Annakiki
Annakiki in collaborazione con Huawei

ANNAKIKI TRA FUTURO E TRADIZIONE 

Anna rappresenta il passato, Kiki rappresenta il futuro. Un brand che sostiene il multiculturalismo e unisce la tradizione a una visione futurista. ANNAKIKI incarna un’estetica dal design equilibrato : conservatore da un lato e dallo spirito anticonformista e ribelle dall’altro. 

Anna Yang si presenta come una donna semplice, alla moda, divertente, giovane ed elegante. Rispetta la diversità e l’indipendenza attraverso uno stile e un pensiero anticonformista.

Utilizza design eccentrici e colori vivaci, silhouette decostruite in 3D, sartoria asimmetrica, tecniche di ricostruzione e rompe costantemente gli schemi creando nuovi modelli. Inoltre, è in grado di  integrare tecnologia e altri elementi, ispirati da immaginazioni passate e future. 

Un brand che lascia spazio alla libera interpretazione e alla creatività della giovane designer. Anna Yang propone capi ricercati dando libero sfogo ai colori e alla fantasia nelle forme.  

Annakiki
Collezione FW 2021

COLLABORAZIONI E PRODUZIONE 

Yang Zi ha collaborato con brand multisettoriali, tra cui marchi di fama internazionale come Huawei, Disney, Amazon, Looney Tunes. 

Attualmente ha studi e uffici stampa tra Milano, Los Angeles e Shenzhen, in Cina. La distribuzione si concentra prevalentemente in territorio cinese o attraverso distributori e-commerce rinomati, tra cui LuisaViaRoma.  

Leggi anche:

Angel Chen

Huishan Zhang

Uma Wang