Yudashkin Valentin
Brand e Fashion designer,  Y

Yudashkin, Valentin

Valentin Yudashkin, stilista russo

Valentin Yudashkin (1964) è uno stilista russo. Nel 1986 si diploma con lode alla Scuola Secondaria Industriale di Mosca con due specializzazioni: storia dei costumi tradizionali e trucco e cosmetica decorativa. Nel 1990 apre la sua maison a Mosca e l’anno dopo debutta a Parigi alla settimana dell’alta moda.

Tutto comincia con la collezione Fabergé lanciata nel 1991 a Parigi, che riceve elogi da tutto il mondo e viene dichiarata un grande successo dai più noti critici della moda: alcuni pezzi della collezione sono stati acquistati dalla sezione Arti Decorative del Louvre e dal Californian Fashion Museum. Da allora Valentin Yudashkin ogni anno presenta le sue collezioni di Haute Couture alla Settimana della Moda di Parigi. Nel 1994 Valentin diventa membro dell’Associazione Russa di Alta Moda e Prêt-à-Porter ed è l’artefice della creazione della Settimana della Moda di Mosca, che non solo aiuta il settore nella sua totalità in Russia, ma supporta anche i giovani professionisti nel trovare nuove ed eccitanti opportunità. La Casa di Moda Valentin Yudashkin viene accettata come membro del Syndicat de la Haute Couture di Parigi: la prima volta nella storia del settore che una così nota organizzazione ammette un membro Russo.

Alla fine del ’98 firma un contratto di distribuzione con la Vision, che gli permette di diffondere le sue creazioni sul mercato mondiale. Dal 1999 la Casa di Moda Valentin Yudashkin partecipa annualmente ad oltre 18 settimane di Alta Moda e 30 di Prêt-à-Porter, la prima delle quali a Milano: tre anni dopo il suo debutto milanese, Valentin decide di partecipare alla Settimana della Moda di New York, che si rivela un grande successo, con uno dei pezzi della collezione Anna Karenina donato successivamente al Metropolitan Museum of Art. I suoi lavori sono esposti al Louvre, al Californian Museum of Fashion, al Museo Storico Statale di Mosca, al Museo Internazionale dei Giochi Olimpici e al Metropolitan Museum of Art di New York.

Yudashkin Valentin Collezione 2020
Yudashkin Valentin Collezione 2020

Oltre gli abiti

Alla fine dello stesso anno 1999 il dipartimento della cosmesi, Valentin Yudashkin Trade Mark inaugura il primo profumo femminile. La linea prodotta dalla francese “Parour Parfume” è distribuita in Russia ed Europa.

L’esordio di Yudashkin nella gioielleria è datato invece marzo 2001, quando al Central Concert Hall di Mosca presenta una serie di porcellane disegnate a mano, durante la sfilata della sua collezione di alta moda intitolata The 21st dream of Sheherezada. La linea è frutto di una joint venture con Lucas International, compagnia di gioielli dall’esperienza venticinquennale.

Nel settembre 2001 viene inaugurata la linea underwear.

Con l’azienda Pakerson della famiglia Brotini sigla un accordo per la produzione (interamente made in Italy) e la vendita di Pakerson by Valentin Yudashkin, una linea di calzature uomo-donna presentata al Micam di Milano nella seconda metà del marzo 2003.

Nel 2010, ha ridisegnato le uniformi militari della Russia, creando 85 disegni per vestire tutti i rami dei servizi armati russi.

Le ultime collezioni

Valentin Yudashkin presenta ogni stagione delle collezioni che rispecchiano la sua forte personalità. Ad esempio per la stagione Fall 2021 lo stilista ha lanciato il suo marchio di moda in Unione Sovietica. Anche se i materiali erano molto meno abbondanti di quanto lo siano nella Russia di oggi, Yudashkin si è fatto un nome internazionale con le sue risorse limitate, catturando anche l’attenzione del defunto Pierre Cardin. La pratica di pensare oltre è stato uno dei temi della nuova collezione autunnale di Yudashkin, che si è concentrata sui viaggi nello spazio. Cardin stesso, e la narrazione di una giovane donna operaia che studia di notte per diventare una stilista di moda. 

Yudashkin Valentin Collezione 2021
Yudashkin Valentin Collezione 2021

Come al solito, Yudashkin si concentra su silhouette e tecnica. I suoi blazer super nitidi e le giacche a doppio petto sono senza fronzoli e dal taglio impeccabile. Cardin e la sua sensibilità space-age anni ’60 sono stati l’ispirazione dietro l’accessorio di tendenza della collezione: il passamontagna. Soprattutto quando indossato con un lungo abito nero con maniche a campana, il copricapo bianco ottico evocava una sensazione ultraterrena, persino sacra.

Da diversi anni il couturier lotta contro il cancro e non ha intenzione di arrendersi. Egli condivide i suoi pensieri sul futuro della sua maison riconoscendo che ancora non riesce a trovare un sostituto per la casa di moda Valentin Yudashki. 

“Stiamo tutti andando via e non sarà interessante. Mi sta bene, ma dobbiamo trovare qualcuno che raccolga lo striscione e andare avanti… Se vedessi ora una persona del genere, la prenderei e comincerei a cucinare… Voglio qualcuno che può pensare, disegnare, rispettare l’azienda e ciò che è stato fatto, “- ha spiegato il couturier.

Leggi anche:

Young Fashion Award

André, Adeline

La classifica dei brand moda più visti in ottobre nell’Enciclopedia della Moda