filati biagioli modesto storia
Aziende e imprenditori,  F

Filati Biagioli Modesto

Filati Biagioli Modesto, azienda di produzione e trasformazione di filati

La Filati Biagioli Modesto viene fondata nel 1919 a Montale, in provincia di Pistoia. Nata come fabbrica per la produzione di filati cardati di qualità eccellente, negli anni ’60 Modesto, uomo geniale con la passione del cashmere, trasforma l’attività della Filatura, fondata dal padre Arnolfo Biagioli, creando la Filati Biagioli Modesto.

La fabbrica Biagioli Modesto nel '900
La fabbrica nei primi del ‘900

I filati e la scelta delle materie prime

Per i filati vengono scelte solo le lane derivanti dai migliori allevamenti di animali. La selezione parte da un’attenta ricerca territoriale, soprattutto in Cina e in Mongolia. Tutte le materie prime utilizzate per i filati naturali provengono da fibre nobili. Cashmere, setacammelloangoraalpacalino lana merino, sono selezionate accuratamente e trasformate interamente in Italia per garantire la qualità.

La selezione di materie prime di qualità e una costante innovazione degli strumenti di lavorazione rispondono alle richieste del mercato per produrre sempre filati di tendenza per il prêt-à-porter e per l’alta moda. L’azienda possiede inoltre un prezioso archivio come quelli della Tintoria contenente decine di migliaia di ricette di colori. Il reparto della Tintoria è una componente fondamentale per l’intero processo produttivo perché altamente specializzato nella tintura delle fibre e di filati in matasse e nella tintura e nel trattamento dei prodotti finiti.

Sostenibilità e innovazione

Mai come oggi, l’importanza della produzione, in grado di coniugare sia l’innovazione che la sostenibilità, risulta essere una parte fondamentale per un’azienda all’avanguardia come quella di Filati Biagioli. Artigianalità, tecnologia e sostenibilità sono i valori fondamentali di Filati Biagioli Modesto. Infatti, per la produzione dei tessuti utilizza solo energia rinnovabile i processi di tintura escludono sostanze tossiche per l’ambiente. Oltre ad avere al suo interno un laboratorio di ricerca, è impegnata attivamente in vari progetti volti alla riduzione degli sprechi e all’abbattimento dell’impatto ambientale.

Un telaio di Filati Biagioli Modesto
Un telaio di Filati Biagioli Modesto

L’acquisizione di Filati Biagioli Modesto da parte di Prada e Zegna

Nel 2017, il fatturato registrato è stato di 33.047.300€. Nel 2021, Prada e Ermenegildo Zegna acquisiscono l’azienda entrando nel capitale azionario con una partecipazione del 40%. La famiglia Biagioli mantiene il 15%. Il restante 5% è proprietà di Renato Cotto, manager biellese con una lunga carriera nel mondo dei filati che assumerà il ruolo di amministratore delegato. Franca Biagioli, la figlia di Modesto Biagioli, entra nel consiglio di amministrazione insieme a Patrizio Bertelli.

Leggi anche:

Agritessuti: dall’Italia l’evoluzione green

Ermenegildo Zegna 2021: la collezione uomo “The (re)set”

Pitti filati 85: debutto sostenibile