cammello
C,  Indumenti, icone di stile, stili e tessuti

Cammello

Il cammello è una fibra di lana e il pelo consente un filato pregiato e ben coibente

cammello
Un cappotto in cammello, abito capospalla dell’abbigliamento maschile

Il pelo di cammello è tratto dal sottopelo che in primavera si stacca naturalmente. I raccoglitori che seguono le carovane hanno ruolo determinante nell’approvvigionamento della fibra. I peli più pregiati vengono dalla Mongolia e dal Golfo Persico: habitat che hanno contribuito a rendere robustissimo l’animale e a fortificare nei millenni il suo vello. Le caratteristiche di forza e pregio che lo distinguono sono affini a quelle dei camelidi dell’America meridionale: vicuñas, alpaca, lama, guanaco. La lana di cammelli e dromedari è rossiccia e morbida nelle tonalità naturali.

La leggendaria presenza di questo strano animale ha accompagnato l’uomo nel corso dei millenni. Mezzo di trasporto prediletto per secoli, il cammello ha segnato la storia di interi popoli lungo le esotiche vie del commercio fra Asia, Africa ed Europa. Il filato di cammello è documentato in occidente dal XVII secolo ma solo nel 1800 tra i confini dell’impero britannico,

A differenza della maggior parte dei cammelli, che sono a pelo corto, i cammelli battriani sono noti per le grandi gobbe gemelle e per il mantello lungo e lucente. Una peculiarità di questo tipo di lana è che non viene ottenuta mediante cesoiatura o spiumatura, ma raccolta quando l’animale perde il manto. 

Leggi anche

Cashgora

Cotone

Lana