Nova

Mensile di moda inglese uscito tra il 1965 e il ’75. Fondato da Harry Fieldhouse e Harry Peccinotti, viene edito da Georges Newhes. La moda di cui si occupa è quella iconoclasta degli anni ’60. Il periodico si presenta con gli slogan della liberazione femminile, mettendo in primo piano con ironia e carica provocatoria le dinamiche dell’oggettivizzazione del corpo femminile e ridicolizzando le immagini classiche dell’alta moda. Assolda i migliori fotografi del momento, da Terence Donovan a “Helmut” Newton a Sara Moon, esplode di colori, d’insolenza e di vitalità. Ma viaggia a un ritmo insostenibile, cessando le pubblicazioni con il primo affacciarsi dell’ondata di riflusso politico ed economico.