Morellato
Brand e Fashion designer,  M

Morellato

Morellato, gioielli da vivere

Morellato

Morellato. Una storia interamente Made in Italy. Inizia quasi un secolo fa quando Giulio Morellato, alla fine della prima guerra mondiale, inizia un’avventura imprenditoriale aprendo con il fratello un negozio di orologeria. Morellato è stata fondata nel 1930 a Venezia. In seguito l’attenzione di Giulio si spostò verso la produzione e la vendita di cinturini in pelle. Rivoluzionò l’attività proprio quando l’uso degli orologi da polso iniziò a diventare comune.

Inoltre, Giulio Morellato inizia anche a produrre anche gioielli artigianali in oro e argento.

Negli anni Novanta, i fratelli Massimo e Marco Carraro, figli del socio di Giulio Morellato, acquisiscono l’intera azienda, dando vita all’innovativo concetto di “gioielli da vivere”. Le collezioni del marchio hanno incarnato questo concetto nel corso degli anni diventando un’espressione suggestiva e di grande successo dello spirito del brand. Gioielli, preziosi ma facili da indossare, pezzi senza tempo per la vita di tutti i giorni, che vivono e vengono fatti vivere dalle donne che li indossano in ogni momento della giornata.

Il concetto innovativo di Morellato ha trasformato i gusti e i desideri delle donne contemporanee. Le donne riconobbero che i “gioielli da vivere” erano un prezioso alleato per accompagnarle in ogni occasione.

Sviluppo del brand

Nessuno poteva immaginare che questa attività, gestita in laboratorio e in alcune case vicine, sarebbe cresciuta rapidamente fino a diventare un importante gruppo italiano di gioielleria orologiera. Un’attività caratterizzata da uno spirito forte, una capacità di prevedere il futuro. Alla morte di Giulio Morellato, I. Volpato e S. Carraro, assumono la direzione dell’azienda, portando al successo il gruppo Morellato che continua a crescere ancora oggi. L’azienda, porta avanti la sua tradizione senza perdere di vista la modernità, mantenendo vivi i valori del marchio: visione, innovazione e qualità, da sempre caratteristiche essenziali di un buon prodotto Made in Italy.

Nel 1999, Morellato ha lanciato una linea di gioielli di successo con il concetto “Morellato: Jewels to be lived”, posizionando il marchio come il simbolo del lusso moderno da vivere giorno dopo giorno. Grazie a Morellato, i gioielli utilizzano nuovi materiali come l’acciaio, le perle e le pietre naturali. L’utilizzo di materiali scelti attraverso rigorosi processi di ricerca e selezione, l’esclusivo design italiano nato nel 1930 presso i laboratori Morellato nella zona di Venezia, nonché la paziente lavorazione artigianale, sono le chiavi vincenti del marchio, che soddisfano le esigenze in continua evoluzione dei consumatori e che hanno portato l’azienda in breve tempo a diventare leader nella gioielleria fashion.

Il primo decennio del 2000 vede la crescita internazionale di Morellato. Nel corso degli anni le collezioni e i loro prodotti continuarono ad espandersi fino alla produzione delle prime linee di orologi. Le linee di orologi hanno presto dominato il mercato, aumentando il numero di negozi sia in Italia che all’estero. Il marchio è di proprietà del Gruppo Morellato, un gruppo aziendale italiano indipendente. Inoltre ha in portafoglio marchi come, Sigh, Philip Watch, Sector, Lucien Rochat, Bluespirit, Chronostar, Furla, Maserati e Trussardi.

Morellato e la social responsibility

Il Gruppo Morellato ha dimostrato da tempo il suo impegno per l’ambiente e la società. Un controllo rigoroso è esercitato dall’ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro). Il suo obiettivo è quello di salvaguardare la dignità e i diritti di tutti i lavoratori coinvolti nella catena di produzione.

Da molti anni il Gruppo è attivamente coinvolto in importanti progetti. Insieme a Medici con l’Africa-Cuamm (la più importante organizzazione benefica italiana in Africa) e sostiene l’ospedale etiope di Woolisso. E dal 2010, attraverso Philip Watch (di proprietà del Gruppo) è partner della Fondazione per la Fibrosi Cistica istituita da Matteo Marzotto, Ambasciatore del marchio e membro del CdA del Gruppo Morellato.

Situazione finanziaria

Il Gruppo Morellato ha chiuso il 2017 sostanzialmente in linea con il 2016 , con un fatturato di 166 milioni di euro (+0,3%). Il margine operativo lordo è invece sceso a 25,5 milioni di euro (15,4% del fatturato), rispetto ai 28,5 milioni dell’anno precedente. Nell’anno appena concluso – come riporta la nota ufficiale – il gruppo italiano ha favorito le attività di sviluppo e consolidamento nei principali mercati esteri insieme all’implementazione di nuove piattaforme di e-commerce, con particolare attenzione all’offerta multicanale. Il gruppo, che possiede interamente i joybrand Morellato, Sector No Limits, Philip Watch, Lucien Rochat, Chronostar, Bluespirit e Pianegonde, conta su una quota di export del 40%, con particolare concentrazione in Europa, Medio Oriente e Asia.

«L’esercizio 2017 si è chiuso con un segno positivo che dimostra l’efficacia della nostra strategia di medio-lungo termine. Favorisce il rafforzamento dell’export e del travel retail, non solo nei nostri mercati già maturi ma anche in quelli emergenti», ha dichiarato il presidente Massimo Carraro. «Continueranno gli investimenti in innovazione e nuove tecnologie per una maggiore integrazione omni-channel tra i nostri diversi canali di vendita, per garantire a tutti i consumatori una shopping experience sempre più performante».

Morellato oggi

Oggi Morellato è presente in 45 paesi del mondo, in particolare in Europa, Medio Oriente e Asia. La rete di distribuzione di Morellato conta ormai 3000 negozi. In Europa, il marchio si trova in tutti i principali grandi magazzini, nelle migliori orologerie e gioiellerie, nelle reti di distribuzione multimarca e nei propri flagship store.
Nei mercati extraeuropei, Morellato è distribuito attraverso punti vendita free standing e shop-in-shop.

A partire dalla collezione SS16, la nuova brand ambassador è Michelle Hunziker. Nel corso degli anni, Morellato ha interpretato le sue collezioni attraverso campagne stampa e televisive internazionali divenute iconiche. Tutte queste campagne hanno visto protagoniste star di fama internazionale. Da Bar Rafaeli a Irina Shayk, da Sara Sampaio a Ma Su – nota attrice cinese – e Laura Sanchez.

Morellato
Sara Sampaio per Morellato nel 2013.

Leggi anche:

Tiffany

Cartier

L’ora di Morellato e Trussardi