Volpi

Maria. Modista italiana. Fra le poche stiliste del cappello, dotata d’una vivace creatività, ora ironica, ora grandiosa, sempre di suprema leggerezza, d’un senso squisito del colore, sorretti da manualità esigente. Nella sua boutique, a un passo da Palazzo Carignano, è approdata l’alta borghesia di Torino; la frequentarono, restando fedeli nel tempo, gli attori in tournée nel vicino teatro, come il grande Stoppa, che non portava altro cappello se non firmato Volpi. Inarrivabili della Volpi i colbacchi in pelliccia, i berretti in visone lavorato all’uncinetto. Scoperta dall’alta moda e dal prêt-à-porter, abbinò il suo lavoro a quello di Mila Schön, Irene Galitzine, Cadette, meritando spesso la copertina delle riviste femminili. Scomparsa precocemente, nel 1979, continua la sua opera la nuora Marisa.