Midinette

Termine francese che, accostando “midi” (mezzogiorno) a “dinette” (il piccolo pasto dei bambini), ha indicato a lungo in Francia la giovane apprendista nelle case di moda, nei laboratori di sartoria, dove in attesa di trasformarsi in petite main, lavorante di abiti e cappelli, svolgeva molti lavori dalla vendita alla consegna a domicilio. Presto, assume un significato peggiorativo, sinonimo di ragazza dai facili costumi, audace e libera. La narrativa e l’operetta ne hanno tratteggiato a più riprese il personaggio nei primi anni del ‘900, nel classico connubio di sartina e studente, in tempi in cui la moda e il suo mondo venivano guardati con sospetto.