Della Valle

della valle

Della Valle, Diego (1953). Imprenditore, creatore della Tod’s S.p.A., società italiana di calzature, borse e abbigliamento che, attraverso i marchi Tod’s e Hogan, ha conquistato posizioni di assoluto primo piano nel mondo. Nasce dalle radici di una piccola azienda fondata, nel 1940, da Dorino Della Valle, a Sant’Elpidio a Mare, un paese delle Marche. Tutta la famiglia vi lavorava e Diego, il figlio che ne ha moltiplicato le fortune inventando, all’inizio degli anni ’80, i mocassini dalla suola a piccole sfere di gomma in rilievo, ha ancora nelle narici l’odore del cuoio e della pelle che riempiva la casa della sua infanzia.

Negli anni Ottanta, Tod’s e Hogan diventeranno nomi di successo nel firmamento della moda, portatori dello stile italiano nel mondo, trainando l’azienda verso una sempre crescente fortuna economica; fortuna che permetterà l’ingresso del gruppo in Borsa e il conseguente allargamento dei business con l’acquisizione del marchio francese Roger Vivier e il lancio del brand di abbigliamento Fay. Al contempo Diego avvierà una serie di manovre che lo porteranno a entrare nel consiglio di amministrazione di diverse realtà imprenditoriali quali la Banca Nazionale del Lavoro, Assicurazioni Generali, RCS, Marcolin, Ferrari e LVMH.

Nel 1996 viene insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro. Nel 2002 sarà l’imprenditore che rileverà la società Fiorentina, squadra di calcio a un passo dal fallimento, diventandone patron; otto anni dopo, in conseguenza ai numerosi scandali e alle polemiche generate dal caso “Calciopoli”, abbandonerà il ruolo pur rimanendo proprietario della società. Dal giugno del 2003, con il 4,6 per cento delle azioni, è entrato nel Consiglio di amministrazione della Banca Nazionale del Lavoro per scelta unanime dei suoi membri, sostituendo Davide Croff al momento dell’investitura a direttore generale di Mario Girotti.

Nel 2009 il colpo grosso: entrerà nel gruppo Saks Fifth Avenue, catena del lusso americana, maggiore distributore di prodotti made in Italy negli USA, acquistando il 5,9% delle azioni pari a un valore di 30,3 milioni di dollari. Pochi mesi dopo il suo capitale raggiungerà il 7,13% del pacchetto della catena diventando il secondo socio azionista dietro al messicano Carlos Slim.

Con un patrimonio personale stimato intorno a 1,3 miliardi di dollari è il decimo uomo più ricco d’Italia, secondo la rivista Forbes.

Solo il gruppo Tod’s, nel 2010 ha generato ricavi per 407 milioni di euro.