Thomas Dana
Comunicazione ed editoria,  Giornalisti,  T

Thomas, Dana

Thomas Dana è giornalista di moda e autrice

Dana Thomas è giornalista di moda e cultura, nata il 3 febbraio 1964 a Washington D.C. Vive a Parigi ed è autrice di numerose pubblicazioni accademiche inerenti alla moda, società e cultura. 

Dana Thomas, formazione e Carriera 

Thomas è nata a Washington D.C. e cresciuta a Radnor in Pennsylvania, dove ha frequentato il liceo Radnor High School diplomandosi nel 1981. Successivamente, si laurea in Print Journalism all’American University di Washington, D.C.

Muove i primi passi nel mondo del giornalismo di moda nel 1988 al The Washington Post, presso cui scrive nella sezione Style. Dal 1995 al 2008 è stata corrispondente moda e cultura da Parigi per Newsweek. Sempre a Parigi, Dana Thomas insegna per un breve periodo all’American University of Paris dal 1996 al 1999. 

Dal 2008 al 2009 è stata European Editor presso Condé Nast Portfolio, mentre per un anno, dal 2011 al 2012, ha scritto nella sezione mensile Style del Wall Street Journal.

Dal 2012 al 2017 ha lavorato come contributing editor per T: The New York Times Style Magazine e per WSJ. 

Collabora regolarmente per il British Vogue, il New Yorker, Elle Decore, Architectural Digest, The Financial Times e come corrispondente a Parigi per Harper’s Bazaar Australia. È un membro dell’Anglo-American Press Association a Parigi e dell’Overseas Press Club. 

Dana Thomas, la sua attività di speaker nelle conferenze internazionali

Grazie alla sua pluriennale esperienza nel settore moda e alle sue profonde conoscenze negli ambiti della sostenibilità, imprenditorialità femminile, attualità e cultura, la giornalista ha contribuito alla ricerca e allo studio nel settore grazie alla sua attività di speaker presso conferenze di portata internazionale. 

L’autrice è stata una speaker presso Aspen Ideas, Google, IBM, The FIT Sustainable Business and Design Conference, infine a Yale e a Harvard.

Dana Thomas

Le pubblicazioni e i riconoscimenti  

Nel 2007, Thomas pubblica il volume Deluxe: How Luxury Lost its Luster edito da The Penguin Press. Nel libro, Thomas delinea la storia dei marchi del lusso, dal design e marketing fino alle boutique e alle vendite. 

Nel 2015, sempre con The Penguin Press, Thomas pubblica Gods and Kings: The Rise and Fall of Alexander McQueen and John GallianoIn questo suo secondo libro, l’autrice esplora le vite dei due designer e il loro prezioso contributo nel mondo del fashion design.

Nel 2019, Dana Thomas pubblica il suo terzo libro intitolato Fashionopolis: The Price of Fast Fashion and the Future of Clothes edito da The Penguin Press. Nel volume, l’autrice esplora il complesso mondo del fast fashion e i danni che questo ha causato all’ambiente, offrendo una prospettiva futura sul modo di fare e produrre la moda attraverso pratiche sostenibili. 

Nel 2019 ha realizzato la sceneggiatura del documentario Salvatore Ferragamo: The Shoemaker of Dreams, diretto da Luca Guadagnino e presentato al Festival del Cinema di Venezia nel 2020. 

Nel 2016, Dana Thomas è stata nominata Cavaliere dell’Ordine delle Arti e delle Lettere dal Ministro della Cultura francese. 

Leggi anche

Ecco la borsa Hermès in pelle di fungo: la sostenibilità è un lusso

Sostenibilità e nuovi talenti: Carlo Capasa in esclusiva sulla MFW