Mauboussin
M,  Aziende,  Aziende di gioielleria,  Aziende di orologeria

Mauboussin

Mauboussin è una gioielleria francese, fondata nel 1827

Mauboussin
Un orologio gioiello Art Decò realizzato dalla maison Mauboussin

Mauboussin è una gioielleria francese. Originariamente fondata nel 1827 da Monsieur in Rue Greneta, vicino a Porte Saint Martin a Parigi. Successivamente si trasferì sotto il controllo di Georges Mauboussin nel 1923, a Parigi in rue de Choisel, dopo un periodo di apprendistato presso il laboratorio dello zio Jean Baptiste Noury. Disegnava, lavorava il metallo, tagliava e incassava le pietre. Il successo internazionale giunse immediatamente: con la partecipazione, prima, alla French Exhibition tenutasi a New York nel ’24, poi all’Exposition des Arts Décoratifs di Parigi del ’25, in occasione della quale vinse una medaglia d’oro.

La consacrazione avvenne però presso la sua maison parigina. La saletta posta al piano superiore dell’atelier, dove presentava e vendeva al pubblico le sue creazioni, fu teatro fra il ’28 e il ’31 di tre memorabili esposizioni a tema: rispettivamente dedicate allo smeraldo, al rubino, al diamante. Nei suoi gioielli Art Déco straordinari per il gusto della tavolozza, amava accostare pietre di grande valore a materiali semipreziosi come il cristallo di rocca, il corallo, l’onice, la giada. Durante l’epoca della grande crisi economica entrò in azienda il cugino Marcel Goulet che contribuì alla ripresa commerciale.

Mauboussin
Un anello della maison parigina

Nel ’42, a Georges subentrò Jean Goulet, figlio di Marcel, che trasferì l’azienda al 20 di Place Vendôme. Principi arabi e star hollywoodiane divennero abituali frequentatori della maison: il Maharadjah d’Indore, la regina Nazli d’Egitto, Marlene Dietrich, Greta Garbo. Tipici della produzione Mauboussin i gioielli a soggetto floreale e animale. È forte l’influsso dello stile orientale in molti dei suoi modelli. Negli anni ’70 furono i suoi figli, Alain e Patrick Goulet-Mauboussin, a prendere in mano le redini dell’azienda mantenendo alto il suo prestigio internazionale legato, oggi più che mai, all’eccezionale qualità delle pietre.

Negli anni ’90, la Maison Mauboussin segue un atipico percorso che inizia nel momento in cui l’entourage del Sultano del Brunei viene sedotto dalla qualità e dalla creatività dei gioielli proposti da Patrick Mauboussin. Vengono assunti ulteriori designer, aperti laboratori e nuovi negozi, a Taipei, a Séoul, avenue Montaigne. Remando contro al minimalismo di quel periodo, si inventano forme sinuose, accostamenti cromatici ribelli.

Nel ’94, Mauboussin diventa un autentico orologiaio. L’avventura è guidata da un team di appassionati, presieduto da Alain Mauboussin e guidato da Richard Mille. La parola d’ordine : combinare l’elevata tecnicità svizzera con la creatività francese. Esteticamente viene creata una nuova famiglia di orologi, una gamma vasta e identificabile, destinata sia all’uomo che alla donna, nelle versioni tonic per lo sport, automatico per il cronometro, scientifico per il cronografo, elegante e ultra sottile per le feste.

Fino ad oggi, la Maison Mauboussin è rimasta indipendente, il che è semplicemente notevole nel mondo della gioielleria francese, in un momento in cui quasi tutte le aziende di famiglia sono state sostenute da grandi gruppi finanziari.

Pur dando nuovo impulso al marchio, Mauboussin vuole costruire collezioni ancorate allo spirito del tempo, alla portata di un pubblico più ampio che vuole aprirsi al mondo della gioielleria. Alain Némarq, Presidente della Maison, sa che le donne si aspettano l’armonia tra il loro stile di vita e la loro eleganza. Se vogliono che i loro gioielli diventino un segno della loro integrazione nel mondo odierno, apprezzano soprattutto che un gioielliere le accompagni nel loro viaggio sociologico, fluido e mutevole, da un decennio all’altro.

La creazione è stata minacciata di asfissia perché troppo pontificante, troppo congelata in un’immagine elitaria. Deve essere inventato un nuovo tipo di creazione di prossimità : la capacità emotiva del creatore deve essere relativa alla sua percezione dell’atmosfera del tempo presente che è multipla, mutevole e universale. In quanto tale, la stella a quattro punte declinata in anelli, pendenti e orecchini è un esempio di pattern universalmente compreso. Gli anelli della collezione Chance of love, a forma di quadrifoglio, o Dream & Love, anello triangolare, trasmettono emozioni universali. La loro forma simbolica è di immediata comprensione.

Mauboussin
Gli anelli della collezione Chance of Love

 

Conclusione Mauboussin è una gioielleria francese. Originariamente fondata nel 1827 da Monsieur in Rue Greneta, vicino a Porte Saint Martin a Parigi. Successivamente si trasferì sotto il controllo di Georges Mauboussin nel 1923

Leggi anche:

J. Maskrey

Winston, Harry

Tiffany e Supreme insieme: i due marchi nel 2021 modernizzano la loro forza collaborando