Volt

pseudonimo di Vincenzo Fani. Artista italiano futurista. “Genialità, Ardire, Economia”, sono i tre punti attraverso cui si sviluppa il Manifesto della Moda Femminile Futurista firmato da Volt nel 1920. Esponente del Secondo Futurismo, Volt auspica una direzione artistica delle case di moda: “La moda è un’arte come l’architettura e come la musica”. Nel secondo punto invita alla stravaganza, a osare nell’abito. Nel terzo, progetta, in stretta relazione alla situazione economica del primo dopoguerra, una moda basata su nuove materie, povere e rivoluzionarie, come carta, cartone, vetro, alluminio, stagnola, pelle di pesce, tela, canapa, stoppa.