Valditevere

Azienda di tessuti e, più tardi, di moda boutique, fondata nel 1952 da tre signore dell’aristocrazia e dell’alta società, Donina Gnecchi, Vittorina Pacini e Piretta Rocco di Torre Padula. L’idea iniziale fu quella di preservare una tradizione dell’alta valle del Tevere, di San Sepolcro, di Città di Castello: la tessitura a mano. “Donina e io disegnavamo bene. Vittorina e io conoscevamo le contadine che avevano abbandonato i telai a mano e le convincemmo a riprendere. Cominciammo così”, racconta Piretta Rocco. I tessuti (cotone, lana e, più tardi, lino) innescarono la voglia di fare anche moda: sottane da dopo sci molto colorate, poncho, abiti di grande e giovane fantasia. Valditevere fu pioniera delle sfilate di Firenze, dove aveva e ha tuttora sede, con una boutique in via dei Rondinelli. Se ne occupa Donatella Martelli, figlia di Piretta Rocco, che ha affiancato alla vecchia società una Valditevere Donna (sono donne tutte le socie) mirata all’export.