Sbieco

Il taglio in sbieco per abiti e gonne ebbe un gran successo negli anni fra le due guerre. Successo che non è mai tramontato. Obliquo rispetto alla trama del tessuto, lo sbieco consente una maggiore facilità di modellare il capo che, pur aderendo al corpo, ricade morbido e fluido. Si dice che il taglio in sbieco fu inventato da Madeleine Vionnet. In realtà esisteva già, ma era utilizzato solo per guarnizioni o piccoli dettagli del collo o dei polsini. Quindi lo si può considerare una creazione di Madame Vionnet, che ne fece un uso totale alla riapertura del suo atelier nel 1918, subito dopo la grande guerra. Ne esplorò e sfruttò tutte le possibilità applicandolo soprattutto agli abiti da sera e ai tailleur. Con la tecnica da lei inventata si impone una nuova silhouette morbida e sinuosa, che sarà imitata per tutti gli anni ’30 e che sopravvive ancor oggi.