Rockabilly

Colori accecanti, ciuffo sulla fronte, camicie col laccio di pelle e la borchia argentata al posto della cravatta, stivali a punta, meglio se pitonati, ancor meglio se borchiati, giubbotto in pelle, jeans che diventano intramontabili, pantaloni aderenti, colletti larghi. È la moda dei ragazzi del rock’n roll degli anni ’50, quella delle star della musica come dei teddy-boys inglesi. Dagli inizi degli anni ’80, rispunta, rivisitata, sotto la bandiera del gruppo americano Stray Cats. Il successo della rivisitazione è tale da resistere lungo tutto il decennio ’90.