Oxford Clothes

Azienda americana di abbigliamento maschile. Nasce nel 1916. Negli Stati Uniti, il marchio rappresenta il non plus ultra dell’abito da uomo, con stoffe e tagli fra i più raffinati del mondo. La ditta realizza i vestiti direttamente nella propria fabbrica di Chicago, con sarti che provengono da tutte le parti del mondo, soprattutto dall’Italia. Presidente della società è Crittenden Rawlings. Ogni vestito comporta 20 ore di lavoro e più di 1125 punti cuciti a mano solo per l’interno, un record. I prezzi sono da capogiro, fino a 8 mila dollari per un abito di seta. Anche il tessuto è un atout della griffe: soprattutto le lane che provengono dall’Inghilterra, Scozia, Italia e Nuova Zelanda. Recentemente è stato anche inserito l’abito di seta purissima, copiando alcuni vestiti del guardaroba di Edward, il duca di Windsor che, messo all’asta, è stato interamente comprato da Oxford. La novità per le nuove generazioni è l’introduzione di linee più casual e meno costose, in modo da conquistare anche la fascia sotto i 40 anni.