Malta

Silvano (1949). Stilista italiano. È nato a Cesena. Ha sempre fatto leva sulla teatralità e sull’ironia. Ha iniziato la carriera a Roma come costumista collaborando con il sarto teatrale Umberto Tirelli e con il costumista Pierluigi Pizzi. Successore di André Laug alla sartoria Antonelli, dove fu presentato da Beppe Modenese, ha disegnato per l’alta moda dal ’68 al ’75 occupandosi contemporaneamente delle collezioni boutique di Marina Lante della Rovere (’70-74), di Trells, di Pims (’70-82), di Paola Signorini, del maglificio Milena Mosele. Dall’82 all’89, ha stabilito contatti per la produzione e la distribuzione in Giappone di una sua linea, la Renown, aprendo 60 boutique a Osaka, Tokyo e Kyoto. Negli anni ’90, ha preferito contratti di collaborazione temporanea con la Pianoforte by Max Mara, con Basile, con il sarto milanese Mosè e con Calvin Klein per la lingerie. Dannati e intoccabili è il titolo del romanzo pubblicato da Malta sul mondo della moda. Tra finzione e realtà, lo stilista dipinge un quadro a tinte fosche del fashion business.