Kilt

Gonna scozzese. Identifica praticamente la Scozia e i suoi clan rappresentati dalle fantasie tartan dei tessuti con i quali viene confezionato. A trasformarlo in uno status symbol sono nel 1800 la regina Vittoria e il consorte Alberto che lo utilizzano durante i soggiorni a Balmoral. In realtà, come tessuto da drappeggiare a toga o a plaid sulle spalle, il kilt è già presente prima del Medioevo con misure di 5 metri per uno e mezzo. Dal 1600 diventa la gonna simbolo scozzese. Entra nel guardaroba femminile contemporaneo negli anni ’40 del ‘900. Modernizzato, attorno al decennio ’70, diventa il simbolo delle ragazze Preppie e Ivy League.