Fondazione Ratti

Como, Lungo Lago Trento, 9. Creata nel 1985 dall’industriale della seta Antonio Ratti che le ha donato la sua collezione di tessuti antichi: 2870 esemplari singoli (la maggior parte sete operate, ma anche tessuti copti, scialli cachemire, “cravates” femminili) e 1551 libri-campionario. Poiché il duplice fine della Fondazione è di conservare al meglio il documento storico e, al contempo, di renderlo facilmente consultabile, sono stati ideati spazi e contenitori che garantiscono entrambe le operazioni. La Fondazione, inoltre, promuove iniziative e attività il cui obiettivo è di favorire la ricerca e la tecnologia per lo studio dei tessuti antichi e moderni e, in senso più ampio, diffondere la cultura del tessile. Annualmente organizza anche un corso superiore di Arti Visive.