Dunhill

Alfred Dunhill rileva nel 1893 l’azienda familiare, che produceva finiture per carrozze, e la amplia dapprima con selle, bardature per cavalli e altri accessori, poi, con il diffondersi delle automobili, inizia a produrre capi di abbigliamento per automobilisti. Nel 1904 nasce il primo orologio da tasca e tre anni dopo, in coincidenza con l’apertura del negozio di Jermyn Street, Dunhill si impone con le sue famose pipe (celebre quella antivento) e le raffinate miscele di tabacco. Risale a quest’epoca anche la nascita del primo accendino Unique. Negli anni ’30-’40, la gamma degli accessori comprendeva orologi da polso, gemelli e fermacravatte per uomo, necessaire in oro per donna. Negli anni ’60 i negozi Dunhill sono sparsi in tutto il mondo, dal Nord America a Hong Kong, dal Giappone all’Australia. E i prodotti si moltiplicano: nel ’76 inizia la collezione biennale di abbigliamento da uomo, cui si aggiungono occhiali, profumi maschili, gioielleria e pelletteria. Per tre volte, si è aggiudicato il Queen’s Award per l’industria. Lo storico negozio di Londra in Jermyn Street, rinnovato nel 1997, ospita al piano inferiore il museo Dunhill, aperto al pubblico: raccoglie gli oggetti più significativi di un secolo di attività e organizza mostre a tema. Nel dicembre ’99, si è inaugurato il primo negozio italiano, a Milano, in via Manzoni, col quale il marchio Dunhill, che fa parte del Vendôme Luxury Group, ha raggiunto una diffusione di ben 180 punti vendita in 26 paesi.