camera nazionale della moda italiana
C,  Luoghi della moda,  Organizzazioni

Camera Nazionale della Moda Italiana

La Camera Nazionale della Moda è l’istituzione che da più di cinquant’anni rappresenta il panorama della moda italiana

La Camera Nazionale della Moda italiana si occupa dell’organizzazione di eventi di grande importanza che si svolgono sul territorio italiano e aventi per oggetto il settore della moda.

La storia della Camera Nazionale della Moda Italiana

È nata nel 1958 a Roma come associazione apolitica e senza scopo di lucro, è diventata realtà giuridica nel febbraio del 2003 con il riconoscimento da parte dell’Autorità Prefettizia di Milano. Dal 2004 è accreditata come Ente Formativo presso la regione Lombardia. Ha sede a Milano, capitale internazionale della moda italiana, e rappresenta oltre 200 aziende italiane di alta moda, prêt-à-porter, alta sartoria, sportswear, pellicceria, cosmetica, tessile/abbigliamento, accessori, pelletteria, calzature, servizi e distribuzione. Nel suo organigramma figurano i principali rappresentanti di maison, aziende produttrici di abbigliamento, tessuti e servizi dell’eccellenza del made in Italy.

La Camera Nazionale della Moda coordina, tutela e promuove l’immagine e l’eccellenza della moda italiana attraverso la comunicazione. Rappresenta il Sistema Moda Italia di fronte agli organi governativi a carattere centrale e locale. La Camera Nazionale della Moda Italiana è protagonista nelle intese sui calendari internazionali, nelle alleanze con Parigi, Londra e New York ed è punto di riferimento per le Fashion Week internazionali di San Paolo, Tokyo, Shanghai. L’istituzione cura tutte le iniziative di valorizzazione della moda, in Italia e all’estero. Inoltre, è l’unica istituzione nel mondo che organizza nove eventi all’anno dedicati alla moda. Abbiamo il Milano Moda Donna (settembre-febbraio), Milano Moda Uomo (gennaio-giugno), Milano Moda Pre-collezioni (maggio/giugno-novembre/dicembre), Milano Moda Showroom (gennaio/febbraio-giugno/luglio), Milano Moda Design (aprile).

camera nazionale della moda italiana
Camera Nazionale della Moda Italiana

L’organizzazione, gli eventi e le iniziative

La Camera Nazionale della Moda Italiana svolge funzioni essenziali quali la realizzazione del calendario delle sfilate e delle presentazioni, il rapporto con le istituzioni, l’immagine. Tra le altre, anche la scenografia e l’allestimento del centro sfilate, l’ufficio stampa, l’ideazione di eventi speciali, incontri e convegni. È l’unica associazione che dispone di un modernissimo centro sfilate a Milano; vi sono ampie sale dedicate alle presentazioni, una piazza centrale dove il pubblico può seguire su video wall gli show dei designer in streaming. Dispone anche di showroom riservati agli editori e agli sponsor, la sala stampa perfettamente attrezzata, gli ampi spazi che ospitano mostre e presentazioni, le confortevoli aree di ristorazione.

camera moda
Camera Moda

Si occupa da anni di dare spazio, sostegno e grande visibilità ai giovani stilisti con notevoli investimenti e iniziative promozionali. Tra le iniziative promosse, troviamo NUDE, acronimo di New Upcoming Designers. È un evento dedicato ai giovani stilisti emergenti, supportati e promossi nel presentare le loro collezioni durante Milano Moda Donna e Milano Moda Uomo. C’è anche il concorso Next Generation, in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano e giunto alla quinta edizione nel 2011. Il concorso è finalizzato alla ricerca di una nuova generazione di stilisti italiani, dedicato ai giovani designer che non abbiano ancora compiuto 30 anni. A questi, è offerta l’opportunità di vedere la propria collezione prodotta e presentata durante Milano Moda Donna. Infine, il progetto Incubatore della Moda. Ideato e finanziato dall’assessorato ai Servizi del Comune di Milano, il progetto promuove lo start-up di giovani imprese del settore della moda.

L’organo direttivo

Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana

Con la presidenza di Mario Boselli, iniziata nel 1999, ha acquisito un ruolo di primaria importanza nei rapporti istituzionali a livello internazionale. È con la presidenza di Boselli che viene stipulato nel 2000 e rinnovato nel 2005 un protocollo d’intesa tra la Camera della Moda Italiana e la Fédération Française de la Couture. L’obiettivo è quello di condurre una politica comune volta allo sviluppo e alla diffusione dei prodotti del lusso nelle aree extraeuropee.

A fianco di Boselli, c’è la direttrice generale Giulia Pirovano. Pirovano si occupa del coordinamento delle attività in generale ed, in particolare, la gestione operativa delle settimane della moda e di tutti gli Eventi, l’organizzazione interna, i rapporti con gli sponsor e le istituzioni. Dal 2015, Carlo Capasa è il nuovo presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana.

Leggi anche: 

Sostenibilità e nuovi talenti, Carlo Capasa in esclusiva sulla MFW

Carlo Capasa, un piano per risollevare il settore moda

Aumentano le sfilate fuori calendario: la settimana della moda è a rischio?