Lillian Birnbaum ritratto
B,  Fotografi

Birnbaum, Lillian

Lillian Birnbaum (New York, 1955). Fotografa austriaca. Si trasferisce nel 1989 da Vienna a Parigi dove vive e lavora. Si specializza in fotografie di moda e in ritratti pubblicando su Elle, Marie Claire, Sunday Times Magazine e Stern. Pubblica tre libri: nell’84 Fahrende, nel ’90 Die Kunstler von Gugging e nel ’93 Vier Fraulen. Nota anche come regista di videoclip, realizza anche ritratti di musicisti e in particolare tutte le cover della celebre violinista Anne-Sophie Mutter.

Dal 1999 al 2009 lavora a stretto contatto con Arthur Cohn, produttore cinematografico di origini elvetiche, pluripremiato agli Oscar per i suoi documentari denuncia.

Uni scatto tratto dalla mostra Transition
Uni scatto tratto dalla mostra Transition

E’ stata in alcuni casi anche produttrice esecutiva (ad esempio per Ein Tag im settembre, Hinter der Sonne, Stazione centrale, I bambini della via della seta, La vela gialla). Nel 2007 dirige il documentario sul pianista, compositore e direttore d’orchestra Sir André Previn.

Nel 2008 pubblica una raccolta fotografica titolata Transition che la tiene impegnata per ben sette anni. Questo libro si tramuta anche in una mostra a New York, all’Andrea Meislin Gallery. Protagonista, un gruppo di ragazze ritratte dall’infanzia sino all’età adulta.

Sposata con lo scrittore Peter Stephan Jungk, dal quale ha una figli, Lillian Birnbaum dirige la società di produzione cinematografica Peartree Entertainment, da lei fondata nel 2010.

Leggi anche

Marie Claire

Elle

Cecil Beaton, dal fotogiornalismo alla moda