Buhler

Nipote di Luigi II di Baviera, dal 1922 al ’59 ha collaborato con alcune fra le più grandi sartorie francesi: Poiret, Vionnet, Patou, Augusta Bernard, Mad Carpentier. Si firmava Mug. Spesso lavorava in tandem con la disegnatrice Martiale Constantini (1904-1987). Ha lasciato 15 mila bozzetti e schizzi che la figlia Rosine ha donato al Musée de la Mode et du Textile di Parigi. Dal ’44 al ’49, si mise in proprio, lanciando la griffe Mug Deval.