Zanone

Alberto (1953). Stilista italiano specializzato nella maglieria. Inizia, negli anni ’70, lavorando per il marchio Della Rovere, come responsabile del prodotto per la parte di progettazione e ricerca qualità. Raggiunge il successo commerciale con l’ideazione di capi reversibili in cachemire e in lambswool. Nel 1987, fonda il marchio che porta il suo nome e inizia a proporre maglie dall’aspetto più lineare e moderno, realizzate in filati pettinati, anticipando una tendenza che si è sviluppata successivamente. Da alcuni anni, lo stilista è responsabile, per conto di una fondazione americana, la “Bridge Found”, del progetto “fibre Tibet”, che ha l’obiettivo di valorizzare una delle risorse primarie del popolo tibetano: la fibra di yak. Dal 2001, con il marchio Recycled Knit, recupera maglie di seconda scelta e, con interventi manuali che ne mascherano i difetti, riqualifica un prodotto industriale destinato allo scarto, trasformandolo in un pezzo unico. Il marchio è distribuito a Milano, Firenze, New York, Tokyo e Hong Kong. Nel 1991 Zanone fonda Opos, che nasce dal desiderio di esplorare altri campi del design, di ricercare e sperimentare, e con lo scopo di scoprire e lanciare nuovi talenti; è attiva ancora oggi, con sede a Milano in un edificio industriale dei primi del Novecento. Opos ha esposto più di duecentocinquanta progetti, molti di questi entrati in produzione.