Van Rooy

Willy. Indossatrice e stilista olandese. Non ha aspettato di scendere dalla passerella o di non essere più chiamata a posare per questo o quel fotografo, per intraprendere la carriera di creatrice di moda. Diplomata nel ’66 all’Accademia di Belle Arti di Totterdam, ha sempre portato avanti parallelamente o in alternanza le due professioni. Ha cominciato a sfilare in Giappone per arrivare poi davanti all’obiettivo di Newton, di Bailey e sulla passerella di Saint-Laurent. Nel frattempo, a New York, vestiva di cuoio Jimy Hendrix o inventava una sorta di saio che piacque a Diane Vreeland. Nell’82, si è messa alle spalle il mestiere di mannequin, si è trasferita in Spagna dove, con qualche successo, ha disegnato scarpe. Dal ’94 vive e lavora a Los Angeles.