Short

Pantalone femminile corto alla coscia, in tessuti e materiali differenti; nasce negli anni ’30 come indumento sportivo per trasformarsi, tra la fine del ’60 e gli anni ’70, in un capo che vuol sottolineare nella versione più ridotta dei cosiddetti hot-pants la trasgressione e l’emancipazione femminile. È la tennista americana di San Francisco Alice Marble a lanciare gli short nel ’33 presentandosi su un campo di gioco con questo tipo di pantaloni. All’epoca, erano sotto il ginocchio e venivano associati ai Bermuda americani. La denominazione di short, che in inglese significa corto, è legata all’utilizzo come sostantivo dell’omonimo aggettivo anglosassone. In seguito, gli short diventano realmente corti tanto da non coprire che solo una parte della coscia. È la lunghezza degli hot pants che furoreggiano dopo la contestazione del ’68. L’anno del loro trionfo è il ’71. Sono realizzati in materiali diversi, nuovi come il cotone laccato. Li indossano anche le non giovanissime.