Guida

John (1897-1956). Illustratore di moda tra i più interessanti nel panorama italiano. Nasce a Napoli. Figlio di madre inglese e padre napoletano, esordì nel 1914 come figurinista al Circolo degli Artisti insieme a Sergio Tofano, Bruno Angoletta, Aristide Sartorio. Tra il ’14 e il ’43, collaborò con i Grandi Magazzini S di P. Coen & C. di via del Tritone, a Roma per i quali fece anche il modellista, andando alle collezioni di Parigi e di Londra e comprando croquis di Lucile, Patou, Vionnet, Lanvin e altri. Per le 11 vetrine del negozio disegnava figurini, su cartoni cm 70-100 con tecnica di acquerello, che venivano rinnovati due volte alla settimana. Eclettico e curioso, insegnò figurino di moda; ideò la rivista Le mode in fiore, ispirata alle riviste francesi; collaborò a La Donna, illustrando e scrivendo da Parigi le tendenze. La sua fortuna finì con l’avvento delle leggi razziali, che imposero la chiusura della ditta Coen. Nel dopoguerra lavorò per la ditta di tessuti Galtrucco e per Schuberth, Antonelli, Centinaro. Il suo stile inconfondibile testimonia un momento importante della moda, quando, fra gli anni ’30 e ’40, nell’imperante stile francese tentava di farsi largo una creatività italiana. Morì a Roma, indigente, aiutato solo da pochi amici. (Bonizza Giordani Aragno)