Griffe

Il miglior allievo, il delfino, l’erede spirituale di Madeleine Vionnet, regina del fluido sbieco e del drappeggio. Era già il suo mito quando cominciò il proprio apprendistato nella maison Mira di Tolosa, specializzata nella riproduzione dei modelli haute couture. Quando, nel ’35, decise di trasferirsi a Parigi, è da Vionnet che trova lavoro. Vi rimane sino alla chiusura nel ’39. La grande sarta gli è vicina, quando nel ’48, Griffe apre la propria maison in rue du Faubourg Saint-Honoré e quando, accettando l’eredità di Molyneux, ne continua l’attività. Il loro è uno straordinario sodalizio d’amicizia e di mestiere, all’insegna della superba maestria nel taglio sbieco, del gusto e dell’inesauribile fantasia nel drappeggio, sperimentati su un piccolo manichino di legno, dono della Vionnet, prima di diventare abiti, mantelli, abiti da sera. Lo stilista, che si ritirò nel 1974, è anche considerato un maestro del cromatismo.