Yonnet
Comunicazione ed editoria,  Y

Yonnet, Paul

Paul Yonnet, sociologo francese, nato nel 1984

Paul Yonnet studia sociologia all’università di Caen e partecipa al Maggio 68. A Caen incontra Marcel Gauchet e soprattutto Jean-Perr Le Goff con cui costituisce un circolo di tendenze anarchiche. Subisce un cancro a 20 anni da cui guarisce. Paul Yonnet ha dedicato molti studi alla moda, ai suoi messaggi, al linguaggio del vestire, approfondendo anche il fenomeno innescato dal prêt-à-porter, dai jeans e dall’influenza dei modelli giovanili sulle classi adulte. Nel 1985 pubblica Jeux, Modes et Masses.

Nel 1993 il suo saggio Viaggio al centro del malessere francese: l’antirazzismo e il romanzo nazionale gli valse delle critiche dal Nouvelle Observateur, che lo accusa di essere “alleato oggettivamente di Le Pen”. Paul Yonnet vi analizza i rischi delle fratture provocate dall’antirazzismo degli anni ’80. Deplora ugualmente la riduzione del romanzo nazionale alla seconda guerra mondiale e ai problemi posti dall’integrazione.

Scrive numerosi articoli per la rivista LeDebat. Conosciuto per la criticità dei suoi interventi sulle ideologie politiche contemporanee, , i suoi propositi su certo soggetti (in particolare il degrado della scuola)

Il lavoro di Yonnet articola conoscenze appartenenti a molte discipline (psicologia , sociologia , antropologia , storia) mantenendo uno spirito critico nei confronti del metodo sociologico e del riduzionismo antropologico che ne è alla base.

Muore per un linfoma di Hodgkin nel 2011

Leggi anche:

Valente, Sergio

Rivetti, Marco