catherine walker
Brand e Fashion designer,  W

Walker, Catherine

Catherine Walker,  stilista francese (1945-2010)

Catherine Marguerite Marie-Therese Baheux nasce a Calais, in Francia nel 1945. Studia estetica all’Università di Lille, subito dopo si trasferisce a Londra. Qui sposa l’avvocato John Walker, morto prematuramente in un incidente nel 1975. Per far fronte ai problemi economici inizia a creare abiti per bambini. In seguito si specializza in abiti da da sera, da cerimonia e abiti da sposa. Nel 1976 fonda la sua azienda, la Chelsea Design Company con sede a Sydney Street, a Londra e nel ’91 firma una linea di pret-a-porter, grazie al supporto finanziario del nuovo marito Said Cyrus. Ha ricevuto nel ’90 il titolo di Designer of the Year for British Couture e nel ’91 il Designer of the Year for Glamour. Muore il 23 settembre 2010 e il marchio passa interamente nella mani del marito.

Il marchio

Gli abiti firmati Catherine Walker sono realizzati interamente a mano da oltre 30 sartie richiedono dalle quattro alle otto settimane di lavorazione. Inoltre, utilizza tessuti pregiati come lane, cashmere e seta proveniente principalmente dall’Italia e dall’Inghilterra. Il successo di Walker viene sancito negli anni ’80 quando iniziò una lunga collaborazione con la Principessa del Galles, Lady D.

Catherine Walker ha iniziato a disegnare gli abiti per la principessa durante la prima gravidanza perché aveva bisogno di vestiti eleganti che si adattassero al corpo. Da questo momento, creerà alla principessa oltre 1.000 abiti, tra cui un abito nero con cui venne poi sepolta. Le abilità della stilista vennero riconosciute anche da tutta la famiglia reale. Anche Kate Middleton durante importanti eventi di rappresentanza ha indossato gli abiti di Catherine Walker. Infatti, molti degli abiti indossati dalla Royal Family sono esposti al Victoria & Albert Museum di Londra.

L’azienda non organizza sfilate, né fa leva su strategie di marketing massicce. Preferisce puntare sulla qualità e sullo slow-fashion. Solo due volte all’anno la stampa e gli addetti ai lavori vengono invitati nella sede del marchio per vedere gli ultimi modelli creati.

L’e-couture

Il marchio Catherine Walker&Co pubblica i suoi abiti anche nel sito Web. In questo modo, i clienti che non possono recarsi in showroom, acquistano determinati modelli utilizzando un servizio chiamato e-couture. Il cliente sceglie un sarto locale di fiducia che possa supportarlo a prendere le misure. Vengono inviate in atelier e i sarti di Walker preparano un primo prototipo. Dopo essere stato spedito, potrà essere aggiustato dal sarto di fiducia.

Coat-dress di Catherine Walker
Coat-dress di Catherine Walker

Leggi anche:

La storia di Daniele Amato sull’Enciclopedia della Moda

La Dior Haute Couture autunno firmata Chiuri veste le bambole

La vera storia di Lady Dior, la borsa di Lady Diana Spencer