Fulco di Verdura
V,  Brand e Fashion designer

Verdura, (Duca di) Fulco

Verdura, (Duca di) Fulco (1898-1978): Gioielliere italiano

Fulco di Verdura fu il prediletto da Chanel. Palermitano, nel 1927, desideroso di intraprendere la carriera di stilista di abiti e gioielli, si stabilì a Parigi per trasferirsi poi, una decina di anni più tardi, a New York. Qui lavorò come designer per il gioielliere Flato che gli affidò la responsabilità della filiale californiana. Nel ’39 fondò la sua azienda a New York, in Fifth Avenue. Suoi i bracciali di stile neo bizantino indossati in molte occasioni da madame Chanel: il suo stile bizzarro.

Per quel negozio passano le star più famose, amanti del bello, amici e fedelissimi della Maison, registi – collabora con Hitchcock – e artisti famosi come Dalì, con il quale creerà la prima collezione di gioielli surrealisti. Fulco di Verdura muore a 79 e viene sepolto a Sant’Orsola, Palermo.

Amava mescolare le pietre preziose a quelle semi preziose, oro e platino, natura e storia, finzione e realtà. Celebri i suoi torchon in perle e le creazioni giocate sul tema delle conchiglie. Oggi la produzione — curata dalla designer Maria Kelleher Williams, fedele interprete dello stile Verdura — continua sotto la direzione di Ward Landrigan, che rilevò l’azienda nel 1984. Sulla Fifth Avenue oggi c’è ancora la boutique che porta il suo nome, al suo interno sono raccolti oltre diecimila bozzetti di incredibili gioielli, e il paio di bracciali a polsino consumati da mademoiselle Coco Chanel, gli stessi che oggi sono acquistabili in una versione contemporanea, capace ancora però di raccontare di quel sodalizio meraviglioso.

Leggi anche:

Dalí, Salvador

Schiaparelli, Elsa

Milano Fashion Week: cosa resta?