Nadège Vanhee Cybulski
Brand e Fashion designer,  V

Vanhee Cybulski, Nadège

Nadège Vanhee Cybulski, designer francese direttore creativo del prêt-à-porter di Hermès

Nadège Vanhee Cybulski è una stilista francese originaria di Seclin, piccolo paesino francese vicino al confine belga. Nata da genitori di origini algerine e francesi, è cresciuta in una cittadina con poche distrazioni, dove la moda parigina era qualcosa di lontano. Proprio la manca di stile nel nord della Francia, come lei stessa racconta, la spinge verso la moda.

È tuttavia la musica ad inserirla del settore fashion. Infatti, uno dei suoi primi lavori è stato quello di giornalista rock: intervistava le band in tour nella zona per una piccola rivista amatoriale. Si iscrive poi alla prestigiosa Royal Academy of Fine Arts di Anversa e studia in quei luoghi che hanno visto crescere quelli che vengono definiti i favolosi Antwerp Six, il collettivo di studenti del 1986, che comprendeva tra gli altri Ann Demeulemeester e Dries Van Noten.

Nadège Vanhee Cybulski da Hermès

Nadège Vanhee Cybulski
Nadège Vanhee Cybulski

Le prime esperienze lavorative di Nadège Vanhee Cybulski la portano prima da Maison Margiela e Celine, poi alla direzione creativa del brand newyorkese The Row. Nel 2014 la svolta: viene nominata nuovo direttore creativo del prêt-à-porter di Hermès, dopo l’uscita di Christophe Lamaire che ha ricoperto il ruolo per quattro anni.

Sapevo che volevo lavorare con lei perché ha tre qualità molto importanti: un apprezzamento e una comprensione autentici della maestria artigiana. Ha una visione moderna ed emancipata delle donne; è capace di lavorare in un ambiente creativo collaborativo.

La descrive così Axel Dumas, ceo della maison parigina. Il suo processo creativo, che lei stessa definisce “introspettivo”, parte sempre dal colore che offre l’imput su quali materiali usare e su quali forme costruire. Un lavoro che prende i codici di Hermès e gli rende pertinenti al nostro tempo. Funzionalità e bellezza sono gli obbiettivi che Nadège persegue con il suo lavoro da Hermès.

Leggi anche:

Hermès

Hermes alla Paris fashion week un’eredità all’avanguardia

Hermes rinnova il suo amore per Milano