Jonathan Saunders
Brand e Fashion designer,  S

Saunders, Jonathan

Jonathan Saunders è uno stilista scozzese noto per l’uso del colore

Jonathan Saunders, classe 1977, è uno stilista scozzese noto per le sue abilità nella stampa e nell’uso irresistibile del colore.

Nel 1999 si è laureato in tessuti stampati alla Glasgow of Art e ha proseguito i suoi studi alla prestigiosa Central Saint Martins di Londra. Dopo solo 48 ore dalla sua sfilata di laurea, nel 2002, Alexander McQueen si accorge del suo talento e lo chiama per realizzare le stampe per la sua collezione Bird-of-Paradise della Primavera 2003. Jonathan Saunders decide poi di fondare il suo marchio, che nasce nel 2003 e debutta alla London Fashion Week nello stesso anno (marchio che chiuderà nel 2016).

Jonathan Saunders
Jonathan Saunders

Lavora come consulente con Christian Lacroix da Pucci, e da Chloè nell’era di Phoebe Philo. Nel 2008 viene, inoltre, scelto  come direttore creativo del marchio Pollini, e grazie a lui il brand registra un aumento del profitto che nel 2017 raggiunge i 42 milioni si sterline. Nel 2016 viene nominato chief creative officer di Diane von Furstenberg, con l’obbiettivo di reinventare l’etichetta per coinvolgere le nuove generazioni. E nonostante l’entusiasmo della stampa e della stessa fondatrice, che lo definì il suo erede, dopo solo 18 mesi viene licenziato.

Arriva presto la decisione di mettere la moda da parte e buttarsi nel settore del design, traslando la sua passione per i pattern multicolore e per le stampe serigrafiche, dagli abiti agli oggetti di design.

Leggi anche:

Emilio Pucci

Phoebe Philo

Sfilata nella biosfera per Alexander McQueen