paciotti cesare
Brand e Fashion designer,  P

Paciotti, Cesare

Stilista di calzature, proprietario della Paciotti S.p.A. Cesare Paciotti debutta negli anni Ottanta, ereditando la conduzione dell’azienda dal padre Giuseppe. L’azienda era già attiva dal 1948, nella realizzazione artigianale di calzature di alta qualità maschili. Gli studi in belle arti e i viaggi di gioventù lo portano ad una concezione più contemporanea della scarpa. Infatti, introduce forme forti e geometriche oltre che innovativi elementi metallici. La nuova collezione si muove in sinergia con la svolta stilistica degli anni Ottanta. L’azienda la presenta al pubblico con campagne di comunicazione mirate a sottolineare l’animo anticonformista e trasgressivo di Paciotti.

Al contempo, l’esplosione e l’apprezzamento del prêt-à-porter italiano, porta l’azienda a godere di un pubblico vasto ed internazionale che garantisce il solido lancio della firma sul mercato. Nello stesso periodo lo stilista viene riconosciuto per il suo talento da Gianni Versace, Romeo Gigli, Dolce & Gabbana e Roberto Cavalli. Questi stilisti lo chiamano per produrre le loro collezioni di calzature.

L’azienda di Cesare Paciotti dagli anni Novanta

Nei primi anni Novanta l’azienda presenta la prima collezione da donna, che ottiene grandissimo successo, diventando il punto di forza dello stilista. Seguiranno una linea di borse, valigie, cappelli, zaini, ventiquattrore e occhiali. Si sperimentano anche nuove tecniche produttive che portano l’azienda ad investire nella ricerca di nuovi materiali e di nuove tipologie di prodotto; nel 2002, nasce “4US”, una linea unisex dedicata allo sport ed al tempo libero.

Il successo della firma Paciotti è globale, tanto che spesso viene inserita in mostre che indagano sulla storia della moda e made in Italy nel mondo. Nel febbraio del 2003, l’Istituto di Tecnologia del Museo della Moda di New York, celebra le scarpe di Paciotti, assieme alle borse di Gucci e ad una selezione di capi di altre firme, nella mostra Italy, in the Life Styles. Lo stesso anno il Metropolitan Museum espone alcuni modelli nel corso della rassegna Goddess, excursus di due secoli che raccontava l’influenza della veste classica sulla moda moderna.

Lo sviluppo nel nuovo millennio

Con il nuovo millennio il brand diversifica ulteriormente le sue linee lanciando, nel 2007, una collezione di gioielli e orologi, alle quali seguono una linea abbigliamento intimo e moda mare. Al contempo, viene rafforzata l’immagine del brand con varie campagne pubblicitarie. Queste coinvolgono le supermodelle Isabeli Fontana e Anna Jagodzinska, oltre che celebrità maschili del calibro di Bruce Willis e Roberto Bolle. Dal 2008 diventa oggetto di particolare attenzione il mercato asiatico e medio orientale, in particolare la Cina e gli Emirati Arabi. Qui infatti il brand registra una forte crescita di domanda.

La Paciotti S.p.A. è un’azienda in espansione, che impiega oltre 200 dipendenti, produce 1 milione di calzature l’anno, con un fatturato che, solo nel 2010, ha oltrepassato il tetto dei 140 milioni di euro. I suoi prodotti sono distribuiti in tutto il mondo, tramite una rete di negozi monomarca e multibrand. Per il 2012 è previsto l’ingresso sui mercati finanziari.

Leggi anche:

Cavalli, Roberto

Gucci

Superga