Klimt
Artisti,  K,  Pittori

Klimt, Gustav

Klimt, Gustav (1862-1918). Artista, fra i fondatori della Secessione Viennese. Interessato al design per l’industria, crea una moda pratica e moderna, semplificando le linee dei vestiti, privilegiando adozione di abiti più semplici e morbidi, tagli dritti ed abiti a sacco addolciti da particolari sofisticati tipici del gusto della Secessione.

Le geometrie grafiche della secessione si combinano quindi con le istanze progressiste della moda riformata, che prevedeva l’abolizione dei capi costrittivi, soprattutto per le donne, e l’adozione di capi più semplici e comodi.

La sartoria dell’amico Flöge realizza i suoi modelli di giacche e abiti da casa, la cui distribuzione rimarrà limitata a un’élite di amici. Nel 1911, all’Esposizione Internazionale di Roma, lo stilista parigino Poiret rimarrà particolarmente colpito dalle creazioni dell’artista, tanto che da quel momento comincerà a coinvolgere i pittori per i disegni dei tessuti.

Klimt nel mondo della moda:

Per oltre Vent’anni Klimt ebbe una relazione con Emilie Floge, che nel 1904 aveva aperto con le due sorelle un atelier d’alta moda a Vienna.

I due realizzarono un proficuo sodalizio arte-moda. Klimt disegnava stoffe e abiti, mentre Emilie li confezionava con grande abilità.

Emilie Floge

E da questo rapporto arte-moda che l’ultima collezione di Valentino ha tratto inspirazione. Tuttavia, il rapporto di Klimt con la moda non si è esaurito con la sua scomparsa avvenuta nel 1918. Il celebre artista austriaco ha infatti continuato ad influenzare la moda fino ad arrivare ai giorni nostri, tanto che molti stilisti contemporanei si sono ispirati e si ispirano alle sue opere immortali.

Collezione di Valentino ispirata alle geometrie di Klimt
John Galliano per Dior nel 2008
Aquilano Rimondi nel 2011
L’Wren Scott 2013
Versace e il Ritratto di Adele Bloch-Bauer

Leggi anche:

Mondrian, Piet Cornelis

Haring, Keith