Ex sede del Gruppo Finanziario tessile
Aziende e imprenditori,  G

Gft

GFT acronimo di Gruppo Finanziario Tessile

GFT è una società che opera nel settore dell’abbigliamento, fondata nel 1930 a Torino. Nasce dalla fusione tra l’impresa Donato Levi e Figli e la Unites, lanificio biellese di Giovanni Rivetti.

Gft: gli abiti in serie

Negli anni Cinquanta l’azienda si specializza nel confezionamento di abiti in serie, anticipando in Italia lo sviluppo della produzione industriale della moda. GFT opera una riconversione del sistema produttivo realizzata attraverso radicali innovazioni nei processi di produzione e nei prodotti, realizzando una vera e propria rivoluzione delle taglie frutto di uno studio antropometrico sulla popolazione italiana calibrata su 25 mila campioni maschili, e nella distribuzione contribuendo alla creazione in Italia di un mercato per l’abbigliamento sviluppato e unificato.

Nel 1954 i fratelli Rivetti, Franco, Silvio e Piergiorgio, rilanciano Facis, Fabbrica Abbigliamento Confezioni in Serie.

Gft
Pubblicità Facis

Dagli anni Settanta, sotto la direzione di Marco Rivetti, il GFT inizia a produrre linee di prêt-à-porter firmate dai più noti stilisti italiani e stranieri, tra cui Giorgio Armani, ValentinoUngaro. Nel 1988 firma un accordo con Pierre Cardin e nell 1989 con Calvin Klein.

Negli anni Ottanta il gruppo controlla 35 società, di cui 18 all’estero. Nel 1991 i 10.500 addetti sparsi in venti stabilimenti producono 15 milioni di abiti. Nel 1993 la società si integra con il gruppo Miroglio, costituendo uno dei principali poli produttivi europei del settore tessile-abbigliamento.

A metà degli anni Novanta GFT sbarca in America e in Oriente, paesi che vivono una fase sfavorevole e che affievoliscono il mercato. La morte di Marco Rivetti ma anche il peso delle licenze fattosi insostenibile portano nel 1997 all’assorbimento del gruppo torinese nella holding Hdp, controllata dalla famiglia Romiti.

GFT cessa definitivamente la sua attività nel Febbraio 2003.

Leggi anche:

Buon Compleanno Made in Italy

Addio Beppe Modenese, promotore del Made in Italy

Facis