West

Vera (1900-1947). Costumista e stilista americana. Definita “la gran sacerdotessa della Universal”, per la sua lunga attività nel cinema fantastico e di serie B. Originariamente stilista di moda (poco prima della morte precoce, riaprirà un suo atelier a Beverly Hills), dal 1926 al ’47 fu responsabile dei costumi della casa di produzione curando il look di infiniti eroi mostruosi: dalle bende della Mummia (’32) al mantello del Fantasma dell’Opera (’43), alla cappa di Dracula (La casa degli orrori, ’45). Creò gli abbigliamenti esotici indossati da Maria Montez, e applicò lo stesso stile (veli, strass, volant, piume) a Marlene Dietrich in Partita d’azzardo (’39) o a Mae West in Mia bella pollastrella (’40). Al caso, però, sapeva disegnare costumi sobri ed essenziali come l’abito nero di Ava Gardner, mitica dark-lady dei Gangsters (’46), o sottolineare l’innocenza adolescenziale di Deanna Durbin ai tempi della sua massima popolarità.