Warnaco

Azienda americana di intimo e di moda maschile. La società produce biancheria per Calvin Klein, Olga, Valentino e Warner, abbigliamento maschile per Ralph Lauren (linea Chaps). Vende a oltre 16 mila negozi. È considerato il secondo gruppo americano nel settore della biancheria intima, subito dietro a Sara Lee Playtex. Impiega circa 20 mila persone. Nel 2001, l’azienda americana, insolvente da parecchio tempo nei confronti dei marchi di cui detiene la licenza, attraversa il momento più buio: in giugno viene messa sotto Chapter 11, la clausola di protezione antifallimento, ed entra in amministrazione controllata.”I debiti ammontano a 2450 milioni di dollari. Il primo passo per risalire la china è la dismissione della linea notte Gjm e delle lingerie Izka e Lejaby, oltre a vari rimpasti a livello dirigenziale. La ristrutturazione dà i primi frutti e, dopo 18 mesi, il Gruppo esce dal piano di protezione, riducendo il debito a 247 milioni di dollari. Pur con un management privo di alcuni ruoli chiave non ancora riassegnati, la società newyorkese chiude il 2002 con meno perdite operative e debiti rispetto all’anno precedente. Nella primavera del 2003, l’inversione di tendenza può dirsi definitivamente avviata quando Nautica Apparel sigla con Warnaco un accordo pluriennale di licenza per la produzione e la commercializzazione delle proprie linee di swimwear. Oggi Warnaco è tornato uno dei marchi leader nella produzione dei costumi da bagno, dell’intimo, del menswear, del jeanswear e degli accessori con marchi propri e licenze per Calvin Klein, Chaps e Polo by Ralph Lauren, Speedo-Authentic Fitness e altri.