Vigolo

Mario (1899-1978). Illustratore e disegnatore italiano. Fratello di Giorgio Vigolo (noto musicologo, premio Bagutta del 1961 con il libro Le notti romane e critico del settimanale Il Mondo) dopo l’Accademia di Belle Arti comincia subito a disegnare abiti e tessuti di moda. Negli anni ’30, i suoi figurini sono esposti nelle vetrine di Piperno, al Corso a Roma. È uno degli illustratori ufficiali invitati a Parigi per la diffusione e l’importazione della moda francese in Italia. Collabora con la sartoria Zecca, le Sorelle Botti, Rina Pedrini e molti altri. Illustra e commenta la moda su riviste di settore come Moda, Fantasie d’Italia, Lidel e La Donna. Anche nel dopoguerra collabora con numerose case d’alta moda, come Veneziani, Schuberth, Carosa, Antonelli, Sorelle Fontana e Albertina. La rivista che si avvale maggiormente delle sue illustrazioni è Costume.