Victoria’s Secret

victoria's secret

Victoria’s Secret. Marca americana di biancheria intima. Fondata a San Francisco all’inizio degli anni ’70, nell’82 è stata acquistata da The Limited Inc. Da quel momento, è iniziata la grande espansione con l’apertura di 790 negozi in tutti gli Stati Uniti. La crescita dell’azienda, che ha la sede principale in Ohio, è stata progressiva, tanto che oggi si contano oltre un migliaio di punti vendita, la maggior parte dei quali dislocati in grandi centri commerciali. Ogni anno, vengono spedite almeno 370 milioni di copie del catalogo su tutto il territorio americano, via posta e tramite internet. La risonanza nazionale e internazionale è stata favorita anche dall’avere legato la propria immagine a importanti top model, come Laetitia Casta, Gisele Bundchen e Tyra Banks. Alcuni gruppi femministi hanno ripetutamente contestato la politica e l’operato della compagnia di Victoria’s Secret.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Nel novembre del 2019 la griffe annuncia l’addio allo show tradizionale dopo 23 anni di successi. Stuart B. Burgdoerfer, direttore finanziario e vicepresidente esecutivo di L Brands, giustifica tale decisione come tentativo di “progredire il posizionamento del brand per parlare meglio ai nostri clienti“.

Nel maggio del 2020 l’accordo di vendita del marchio, alla società di private equity Sycamore Partners, salta a causa del ritiro dell’offerta di quest’ultima. Secondo Sycamore Partners, Victoria Secret’s non avrebbe rispettato gli accordi di vendita a seguito della grave crisi pandemica da Covid-19 che costringe la griffe a chiudere 1600 negozi (tra cui anche la linea Pink) a livello globale senza il permesso del fondo. Tra le parti era stato raggiunto un accordo da 525 milioni di dollari.