Victoria and Albert Museum

Voluto dalla regina Vittoria come espressione del gusto e delle tendenze sotto il suo regno, questo museo, inaugurato nel 1840 con il preciso intento di raccogliere un patrimonio di tessuti pregiati e di studiare nuovi materiali per l’alta sartoria, nel tempo si è maggiormente orientato alla moda e oggi raggruppa la collezione più importante del mondo (80 mila reperti) per quanto riguarda stoffe, abiti e costumi. Dal 1971, sceglie di focalizzare la sua attenzione sui creatori del ‘900. Tra le sale più visitate, quella allestita da Cecil Beaton per la mostra permanente dal titolo ‘400 Years of fashion. Nel tempo il museo ha allargato i propri interessi ad altri settori dell’arte e dell’artigianato.