Van Lamsweerde

Inez (1963). Artista olandese. Nasce come fotografa di moda, ha lavorato e lavora per riviste di tendenza come The Face. Nel 1993 a New York, dove vive, inizia a portare all’interno del campo dell’arte suggestioni della moda. In quell’anno, per la mostra di Vivienne Westwood alla Stelling Gallery di Londra, realizza alcuni ritratti della stilista. Da allora le sue fotografie decontestualizzano aspetti del Fashion System per inserirli in situazioni artistiche. Si tratta di un lavoro che conduce a riflettere sull’identità attraverso la moda come spiega l’artista: “Chi veste una pelliccia dice qualcosa di diverso da chi indossa un costume da bagno o un paio di jeans. Uno stivale tiratissimo in vernice bianca rimanda subito a un certo tipo di immaginario”. La fotografa e il suo collaboratore e compagno Vinoodh Matadin dirigono la cantante islandese Björk nel video di Hidden place. Collabora alle sfilate di Balenciaga e Yamamoto. Pitti Immagine Discovery promuove alla Stazione Leopolda di Firenze un’esposizione sull’opera di Inez e Vinoodh. La mostra è organizzata per celebrare i primi 50 anni della moda italiana. Si chiama The Final Fantasy, la serie di ritratti di bambine di tre anni a cui i due artisti hanno sovrapposto labbra di giovani adulti. È invitata alla mostra Melting Pop che, al Palazzo delle Papesse di Siena, si prefigge di suggerire una serie di combinazioni tra le arti visive e gli altri linguaggi creativi. Nel 2004 espone a New York presso la Matthew Marks Gallery, con una mostra intitolata “The Now People, Part I: Paradise”, che prosegue l’anno successivo con “The Now People, Part II: Life on Earth” nella medesima location.