Tcherassi

Silvia (1966). Stilista colombiana. È una bellissima bionda, qualcosa tra Grace Kelly e Deborah Kerr. Nata a Barranquilla, città industriale e portuale affacciata sul mar dei Carabi, sposata con due figli, debutta a Milano Moda Donna con la collezione per l’inverno 2003-2004, dopo avere sfilato a Parigi, Düsseldorf, Washington, Los Angeles, Miami, dove viene eletta “New star in fa”shion”. In occasione del BogotÄ Fashion, la rivista Vogue la premia per il suo percorso professionale. Inizia con il design di interni, ma la ricerca di nuove espressioni e un soggiorno in Europa sono sufficienti per farle cambiare indirizzo, ed eccola stilista. Di certo ama i contrasti: la sua donna può avere la delicatezza di una ballerina sulle punte o l’aggressività di una rock star. Uno stile plurale che accosta gli estremi anche per quanto riguarda i tessuti: evanescenti o “croccanti”, come il taffetà con rilievi in coccodrillo. Eletta “donna dell’anno” nel 1998, mentre nel ’99 riceve dal suo governo uno speciale riconoscimento quale nome influente nella storia contemporanea della Colombia. Fra le sue clienti vip, Hillary e Chelsea Clinton. Nel 2007, dopo aver ricevuto l’investitura di Cavaliere delle Arti e delle Lettere dal governo francese, aderisce alla tendenza degli hotel di lusso creati da designer, scegliendo come prima sede per il suo hotel dotato di spa Cartagena de Indias, in Colombia.