Tanga

Costume da bagno costituito da due minuscoli coriandoli che coprono i capezzoli e da una striscia che consente di sgambare al massimo la forma della mutandina. La leggenda vuole che sia nato a Ipanema, la spiaggia di Rio de Janeiro, in una giornata di mezza estate del 1972. Ufficialmente la maternità di questo ridotto costume da bagno viene attribuita a Rose di Primo, una brasiliana di origini italiane che, per farsi notare a una festa in spiaggia, avrebbe tagliuzzato il suo costume. Pochi anni dopo, pentita del suo gesto, Rose sarebbe entrata in un convento della chiesa presbiteriana, mentre la sua invenzione, forte picconata al comune senso del pudore, andava diffondendosi (e ulteriormente riducendosi) sulle spiagge di tutto il mondo. Un tanga da uomo (senza ovviamente il reggiseno) è stato presentato da Tom Ford per Gucci nel ’95. Punto focale: la G al centro delle stringhe che si incrociano poco sopra la fessura delle natiche.