Talk

Rivista mensile americana fondata dalla casa di produzione cinematografica Miramax e diretta da Tina Brown. Oltre alla cultura, e allo spettacolo, presta grande attenzione alla moda. Il primo numero, il cui lancio è costato più di 50 milioni di dollari, è uscito a settembre del 1999. Tra le firme vi sono nomi illustri del giornalismo, della politica, del cinema e della moda americani. “L’idea”, spiega, Tina Brown, “era di creare un prodotto sullo stile delle vecchie riviste americane quando un articolo di Truman Capote si trovava accanto a un’intervista a Doris Day o a una ricetta di cucina. Una sorta di rotocalco sofisticato, di quelli che puoi arrotolare e infilare in una borsa o una tasca della giacca e leggere ovunque.” L’anima di Talk è Tina Brown (1957), giornalista inglese che ha iniziato la sua carriera a 25 anni come redattrice di Tatler. Alla fine degli anni ’80 è approdata a New York per dirigere la rivista Vanity Fair e poi è passata al timone di The New Yorker, il settimanale più colto e snob d’America. In entrambi i casi la “signora del giornalismo” ha rivoluzionato il contenuto e lo stile dei periodici trasformandoli da prodotti di grande immagine ma di elitaria diffusione a riviste culto. &quad;Nonostante le premesse, il magazine è un flop e interrompe le pubblicazioni nel 2002.