Etamine

Etamine. Tessuto in tela, di cotone o fibre sintetiche. Molto leggero e trasparente, ma robusto.È usato come rinforzo in sartoria, nei tendaggi.

Etamine. Tessuto in tela, di cotone o fibre sintetiche. Molto leggero e trasparente, ma robusto, caratterizzato dalle aperture quadrate o rettangolari. È usato come rinforzo in sartoria, nei tendaggi o come supporto per ricami.

Potrebbe interessarti anche 

Lanital: la voce del dizionario della moda

Cotone made in Italy, la filiera e pugliese

Drap

Termine francese per indicare un tessuto di lana molti fine, lucido, a pelo liscio e setoso.

Drap è un termine francese utilizzato per indicare un tessuto di lana molto fine, morbido, lucido, a pelo liscio e setoso. Originariamente solo cardato, viene oggi usato anche semicardato e pettinato. Il pettinato si usa  per abiti eleganti e da cerimonia, come lo smoking e il frac. Il cardato per soprabiti da uomo. L’aspetto caratteristico è opera del finissaggio, durante il quale il tessuto viene follato, garzato, cimato, spazzolato e pressato.

Potrebbe interessarti anche

Dinner jacket: la voce del dizionario della moda

Alta sartoria Dolce gabbana un nuovo Rinascimento a Firenze

Drill

Drill è un tessuto di cotone molto robusto e pesante, ad armatura saia, simile al denim.

Drill è un tessuto di cotone molto robusto e pesante, ad armatura saia, simile al denim. Fabbricato con filati di basso titolo (cardati) ma di buona qualità. Usato negli Stati Uniti, intorno agli anni ’40, solitamente bianco o color cachi, per abiti da lavoro. Successivamente ha trovato impiego in divise militari o coloniali e oggi per abiti estivi sia maschili sia femminili.

Potrebbe interessarti anche

Denim-mania le italiane preferiscono Jacquemus

Armatura : la voce del dizionario della moda

Crinolina

Crinolina. Prende origine da un tessuto, il crinolino. Indicava la rigida sottana utile a gonfiare la gonna, poi la sua forma particolare negli abiti.

Il termine prende origine da uno speciale tessuto, il crinolino. Indicò dapprima la rigida sottana utile a gonfiare la gonna, poi la sua forma particolare negli abiti dell’800. Al suo principio di tenere discosta la veste dal corpo, si era ispirato il guardinfante nell’intento di proteggere appunto la gravidanza, anche se, stringendo troppo la vita, poteva rivelarsi dannoso. Nel 1840, la crinolina è già molto rigida, quanto più solido è il tessuto. Nel 1860, si converte in una gabbia tutta cerchi e molle d’acciaio. La crinolina è al suo culmine. Poi, lo strumento, nascosto sotto i grandi abiti ingombranti, si alleggerisce ed è in queste forme più agevoli che la crinolina, ritenuta intramontabile emblema femminile, ricompare talora sulla scena della moda, come negli anni ’60 del ‘900.

Leggi anche:

100 anni di moda italiana in mostra al museo di Riga

Chinz

Chinz. Termine che, nella sua derivazione dall’indù (chint), indica l’origine indiana di questo tessuto. Tessuto di cotone stampato.

Chinz. Termine che, nella sua derivazione dall’indù (chint), indica l’origine indiana di questo tessuto. Tessuto di cotone stampato che un sottile strato di amido rende lucido e impermeabile. Usato nell’arredamento già nel ‘600, stampato in accordo al gusto dell’epoca a fiori e frutta, coloratissimi uccelli, il chinz, dal tempo della dominazione inglese in India, cominciò a essere prodotto in Inghilterra e in Irlanda e di qui si diffuse in tutta Europa. L’arrivo della plastica ne sostituì la presenza negli arredi pratici. La moda si è ricordata del chinz usandolo in nuova leggerezza sia per modelli estivi, sia per gli impermeabili, festosi di colore o invece nerissimi, nell’accezione del cirè con effetti raso. (Lucia Sollazzo)

Chiné

Chiné o “alla cinese”. Lo si dice di qualsiasi tessuto screziato e striato, a disegno sfumato e impreciso. Di moda negli anni ’30-40.

Chiné o “alla cinese”. Lo si dice di qualsiasi tessuto screziato e striato, a disegno sfumato e impreciso. Di moda negli anni ’30-40. Lo stesso sistema si applica ai filati per maglieria, a due o più colori.

Canneté

Canneté. Tessuto a coste sottili più marcate del gabardine e del popeline. La lavorazione a canneté si applica al cotone, alla seta, al velluto, alla lana.

Canneté. Tessuto a coste sottili più marcate del gabardine e del popeline. Inoltre la lavorazione a canneté si applica al cotone, alla seta, al velluto, alla lana. Viene fabbricato anche in nastro per finiture. È un tipo di tessuto.

Tussor

Tussor è un tessuto in seta tussah, seta selvaggia prodotta in Cina e India. Filato molto lucente e irregolare, che proviene da bachi cresciuti allo…

Tussor è un tessuto in seta tussah, seta selvaggia prodotta in Cina e India. Filato molto lucente e irregolare, che proviene da bachi cresciuti allo stato naturale. Spesso a strisce colorate.